Cerca

Storia di Geshwa Olers, di Fabrizio Valenza

Fantasy italiano e mediterraneo

Mese

agosto 2015

Le torri della magia /2 – l’alchimia

9030663In Storia di Geshwa Olers ci sono differenti tipi di torri magiche. Le principali sono quelle di cui parlavo qui, e sono distribuite sul territorio grodestiano in punti cardine di cui parlerò in un altro post. Qui, piuttosto, vorrei parlare delle altre torri magiche, ovvero quelle costruite dai Maghi più importanti, quelli che giungono ai vertici delle correnti magiche tramite la propria ricerca personale.

La torre di Asshar, il Mago protagonista a partire dal terzo volume, Il cammino di un mago, in poi (il cui vero nome è Ac Sharde, ma che viene contratto secondo Continue reading “Le torri della magia /2 – l’alchimia”

Annunci

Le torri della magia /1

Tir Armàl

Sono cinque e molto antiche. Costruite a partire dai primi altissimi alberi che popolarono Stedon, le torri della magia furono create da Onofererne, il Primo Mago, e dai suoi successori. Due (Tir Pret e Tir Demàr) sono state illustrate da Fabio Porfidia, una (Tir Armàl) da Enrico Valenza. Le altre due (Tir Kersdied e Tir Lutmio) attendono la mano di qualcuno per divenire immagine. Qualcuno vuole farsi avanti? Continue reading “Le torri della magia /1”

Il diavolo sul ponte e il ragno nero

Il Ponte di Veja, in Lessinia, dal quale trae spunto il Ponte di Makut di Storia di Geshwa Olers.
Il Ponte di Veja, in Lessinia, dal quale trae spunto il Ponte di Makut di Storia di Geshwa Olers.

Nel primo volume di Storia di Geshwa Olers, Il viaggio nel Masso Verde, faccio riferimento a una delle leggende italiane più diffuse, quella del ponte del diavolo. Nel mio romanzo, il ponte in questione viene chiamato Ponte di Makut, in riferimento a quella figura demoniaca che ne avrebbe causato la costruzione dopo essere stato ingannato dagli uomini. Ecco come funzionava la vicenda. Continue reading “Il diavolo sul ponte e il ragno nero”

I dubbi di Micio

Micio, che farà la sua comparsa nella prima parte del VII volume di Storia di Geshwa Olers, ha qualche dubbio sulla struttura generale del romanzo.

gatto siamese ok_460X0_90

Dio nel fantasy? C’è modo e modo.

thor

Quando Dio compare in un romanzo.

di Fabrizio Valenza

Una delle principali caratteristiche di Storia di Geshwa Olers è che si tratta di una storia fantasy che fa (più o meno chiaro?) riferimento al Dio del Cristianesimo. Che botta! Roba forte, diranno molti, e magari poi scapperanno.

Perché sentir parlare di Dio in un romanzo fantasy, insomma, c’è di che farsi venire un po’ di nervosismo. Non c’è argomento più utilizzato nel fantasy del riferimento a un qualche dio. Anzi, normalmente agli dèi, plurale. L’abitudine nell’imitare il fantasy nordico è tale, che è del tutto naturale il Continue reading “Dio nel fantasy? C’è modo e modo.”

Nel covo di Aissa Maissa

Ci sono fate e fade.

di Fabrizio Valenza

Questa bellissima illustrazione per il primo volume di Storia di Geshwa Olers, Il viaggio nel Masso Verde, è di Fabio Porfidia, in arte Randolfo (Lovecraft vi dice nulla?), uno degli artisti che hanno collaborato per la produzione della saga. L’immagine illustra il momento in cui Geshwa si rende conto che Aissa Maissa non è per nulla una gentile signora che l’ha soccorso nel momento del bisogno…

Aissa Maissa, di Fabio Porfidia (in arte Randolfo)

Dal taccuino segreto / 1

manoscritto1Inizialmente il primo e il quinto volume di Storia di Geshwa Olers erano uniti.

Il viaggio nel Masso Verde ne costituiva la prima parte e I ghiacci di Passo Ceti la seconda. Ecco alcuni dei primi appunti sulla trama. Ovviamente ho tolto gli spoiler ma ho lasciato i riferimenti a passi che sono stati eliminati.

8 gennaio 2001 Continue reading “Dal taccuino segreto / 1”

Geshwa Olers, una strada complessa

Il cammino di un guerriero

di Fabrizio Valenza

Era il lontano 2011 e pubblicavo questo articolo riguardante il nuovo percorso che, dopo quattro anni dall’inizio della sua diffusione in rete, Storia di Geshwa Olers stava intraprendendo. Ne ho eliminato solo alcune parti, giusto per accorciarlo. Per il resto, lo sottoscrivo ancora integralmente.
In principio tutto nacque da un pensiero gratuito di ringraziamento. Sto parlando di Storia di Geshwa Olers. Quando iniziai a scriverla, nel lontano 21 novembre del 1998, non immaginavo che di lì a poco sarebbe diventata la mia storia del ringraziamento, per ciò che nell’arco di un anno da allora avrei iniziato a Continue reading “Geshwa Olers, una strada complessa”

8 anni fa…

Il primo trailer per Storia di Geshwa Olers.

…il primo trailer per Il viaggio nel Masso Verde. Ne è passato di tempo. Esisteva ancora splinder e tutto sembrava molto semplice.

La musica del video è di Fabio Valenza.

Blog su WordPress.com.

Su ↑