copertina 2Eccoci al secondo volume, La faida dei Logontras, e alla sua nota, nella quale Elior Odentorth ci spiega chi sono gli scrittori ai quali sono attribuiti i volumi del romanzo.

Colgo l’occasione per avvisarvi che alla prossima nota del curatore vi dirò la data d’uscita della prima parte del VII volume. Perciò, come si dice in questi casi, stay tuned!

Gentile lettore,

basteranno poche righe per chiarire in breve la questione della paternità di questo secondo volume di “Storia di Geshwa Olers”. Sebbene a causa dello stile, per certi versi simile, siano state attribuite spesso a quel Nildon Lonstat che ha stilato il primo tomo, non possiamo dire con certezza che queste pagine traggano origine dalla sua mano. Anzi, parecchi elementi portano a una conclusione differente. La tradizione maggiormente accreditata nell’ultimo secolo, che noi ci sentiamo di avallare per questioni di praticità e di ragionevolezza, ritiene di poter indicare come segue gli autori dei volumi successivi al Viaggio nel Masso Verde.

Il presente volume, La faida dei Logontras e il quarto, La battaglia di Passo Keleb, sono universalmente attribuiti al cosiddetto Anonimo Grodestiano.

Il terzo volume, Il cammino di un Mago, presenta particolarità che lo differenziano quasi totalmente dal resto dell’opera, e fin dagli inizi del II secolo dopo l’Intesa è stato attribuito all’Oscuro Tearca.

Gli ultimi tre volumi, I ghiacci di Passo Ceti, La guerra dei Gelehor e Il sole sulle bianche torri, mostrano un comune filo rosso interessato a sottolineare l’intervento di Eus nella storia di Stedon. Pare che i tre autori abbiano lavorato con parità d’intenti. È noto come essi siano sempre stati indicati con l’appellativo generico di “Triade”, in assoluto più utilizzato dei tre singoli nomi da sempre legati ai tomi, ovvero Padre Pellegrino per il quinto, Figlio Devoto per il sesto e Rivelatore per l’ultimo.

Spero con ciò di non averti annoiato, bensì di averti fornito un’ulteriore chiave di lettura per un approccio migliore alla storia che segue.

Buona lettura.

Elior Odentorth

Addì, 10° Akova 332 d.I.

Annunci